Come investire in oro sul mercato delle materie prime

Come investire in oro sul mercato delle materie prime

Settembre 13, 2019 0 Di Matteo

L’ oro ha da sempre rappresentato nel corso della storia dell’ umanità una fonte di ricchezza, per questo motivo, riuscire a possedere oro ha da sempre rappresentato una fortuna che pochi potevano permettersi. Oggi è addirittura possibile investire sull’ oro nel mercato delle materie prime, sia che siate trader professionisti, sia che siate principianti, ma andiamo ora a vedere alcune caratteristiche che contraddistinguono questo metallo prezioso in borsa.

Dal 2001 l’oro ha accumulato un massimo di circa il 600%. Nel 2011, mentre l’Ibovespa ha perso il 18,1%, l’oro è aumentato del 4,21%. Nel 2012, l’oro è stato l’investimento più redditizio e gli analisti prevedono che la tendenza al rialzo continuerà fino a quando permarranno le incertezze nell’economia mondiale. Con tale valutazione, è normale per molti investitori chiedere “Come investire in oro?”.

L’oro come attività finanziaria

L’oro è considerato una delle attività finanziarie più sicure nell’economia mondiale: oltre ad essere un’attività fisica, sostiene anche la riserva monetaria di innumerevoli economie in tutto il mondo, con il suo valore e la domanda sempre garantiti. Di conseguenza, l’oro è considerato una riserva di valore e un rifugio sicuro in periodi di crisi e instabilità finanziaria. In caso di incredulità nei mercati azionari e di debito di un governo, l’oro è una copertura contro la svalutazione che subiranno altre attività.

Anche il Dollaro di solito ha questa funzione di riserva di valore, tuttavia poiché è anche soggetto a crisi, l’oro finisce sempre per essere la riserva finale. Come nella crisi americana iniziata nel 2008, quando il prezzo dell’oro è aumentato rapidamente. Per questi e altri fattori, l’oro ha raggiunto una redditività molto elevata negli ultimi anni, come vediamo nella tabella seguente.

Rischi di investire in oro

Nonostante sia un rifugio sicuro in tempi di crisi, investire in oro speculativamente non è sinonimo di sicurezza o redditività. Al contrario, il valore dell’oro cambia di minuto in minuto ed è estremamente volatile a causa della sua elevata liquidità nel mercato secondario. Inoltre, i fattori che influenzano il prezzo dell’oro sono piuttosto diversi, per citarne alcuni:

  • Politica monetaria di innumerevoli paesi in tutto il mondo,
  • Offerta e domanda da parte di singoli investitori nelle borse mondiali,
  • Importazione ed esportazione di flussi di metallo tra paesi,

Per investimenti a breve termine e lungo

Sono richieste molte conoscenze da parte dell’investitore, nonché il monitoraggio giornaliero del mercato e delle quotazioni delle attività. Per il singolo investitore che ha una conoscenza media del mercato finanziario, si consiglia generalmente di scegliere altri investimenti, più facilmente controllabili, come titoli di grandi società o titoli di stato.

È consigliabile pianificare un investimento per proteggere il proprio capitale da improvvise fluttuazioni dell’economia e, se possibile, cercare di acquistarlo in periodi di relativa stabilità economica, quando la domanda è più bassa e il prezzo tende ad essere più basso. Ora che conosciamo i rischi, andiamo alle risposte alle tue domande: come investire in oro? Quando investire in oro? Qual è il processo e i costi dell’investimento in oro? Per iniziare il tuo investimento in oro, il primo passo è scegliere il modo in cui vuoi investire. Esistono modi diretti e indiretti di scommettere sull’oro come investimento, i più comuni e consigliabili sono: contratti futures, fondi comuni di investimento e oro fisico in lingotti. Parleremo di altri modi, tuttavia sconsigliamo di usarli come investimento.